Info Varie

Storia   VAPA

  • Anno 1989. Atto costitutivo rogato dal notaio dott. Borri  (data 5.6.1989).
  • Vapa è ONLUS come da certificazioni acquisite dalla Regione (1990), ora dalla Provincia.
  • Anno 1990 acquisito Premio Umanitario per il servizio di volontariato rilasciato dall’IRAIA
  • Anno 1991 acquisito premio del S. Giovanni per il servizio di volontariato rilasciato dalla Fondazione CARIPARMA.
  • Anno 2000. Attestato di Civica Benemerenza rilasciato dal Comune di Parma.
  • Anno 2002. Attestato di Benemerenza rilasciato da ISTITUTI RIUNITI DI ASSISTENZA ANZIANI.
  • Anno 2011, Anno europeo del volontariato. Attestato di benemerenza rilasciato dalla Regione Emilia Romagna.
  • Anno 2012. Attestato di merito rilasciato da Cooperativa Sociale Aurora Domus.

 

VAPA: Un pasto lungo vent’anni

Più di mille Volontari si sono succeduti a fianco degli Anziani

Nata nel 1989, l’Associazione VAPA (Volontari Assistenza Pasto Anziani) di Parma si fa carico di aiutare (presso le strutture di assistenza agli anziani gestite dagli ex Iraia) gli ospiti incapaci di assumere cibo autonomamente al momento dei pasti.

Attualmente l’Associazione conta circa 130 Volontari (agg. gennaio 2020), ma nel corso dei trent’anni di attività il registro degli iscritti ha superato il numero di 1.000: un piccolo esercito di persone impegnate, una sola ora a settimana, a donare calore umano e dignità ad anziani infermi nei momenti più sensibili della giornata, i pasti che da sempre rappresentano un’occasione di incontro e condivisione all’interno delle famiglie.

Vorrei ricordare la particolare campagna di sensibilizzazione lanciata anni fa, che recita: “A ottant’anni non è più un gioco. E’ solo amore”, uno slogan che ben riassume il significato dell’attività VAPA a fianco dei tanti ospiti delle case di riposo: “Il motivo dell’importanza del servizio è abbastanza comprensibile – spiega il Presidente : il pasto viene servito contemporaneamente a tutti gli ospiti delle case di riposo, tanti dei quali non sono autosufficienti; il nostro servizio a fianco degli operatori è un valore aggiunto. Con alcuni ospiti si instaura dunque un rapporto di affetto tale per cui il pasto diventa un momento di riferimento nel corso della giornata: ai più potrà sembrare strano, ma mangiare può essere vivere, non solo sopravvivere”.

L’Associazione Vapa, nel corso degli anni, ha meritato riconoscimenti quali la Civica Benemerenza del Comune di Parma (2000) e il Premio S.Giovanni per il Volontariato (1991).

“L’attività di Vapa dona grande soddisfazione – continua il Presidente – e consente ad anziani infermi di nutrirsi anche di calore umano. Richiede al volontario un impegno minimo ma costante: una sola ora a settimana per accudire durante il pasto del mezzogiorno o della sera l’anziano affidato”.